BORSE UE RECUPERANO NEL FINALE, BENE LONDRA

20 Giugno 2001, di Redazione Wall Street Italia

Il profit warning della tedesca Infineon ha depresso i mercati europei che hanno registrato le maggiori perdite tra i tecnologici. L’indice EuroStoxx del comparto tecnologico registra un calo del 3,3%. In ribasso anche gli altri due pilastri della triade dei TMT cioè i media (-2,6%) e le Tlc (-0,9%). Tra i comparti della old economy non ci sono segni verdi, ma solo rossi: Industriali -1,3%, assicurativi -0,35% e bancari -0.13%.

Le borse europee hanno comunque giovato dell’avvio in leggero rialzo di Wall Street, che ha permesso al Vecchio Continente di limare le perdite, tanto che Londra ha registrato un +0,34%.

La City ha tenuto malgrado i cali di Arm (-6,7%), Colt (-9,1%), Marconi (-5,6%) e Bt (-3%). C&W ha chiuso in pareggio, a 404 pence

La Borsa peggiore è quella di Francoforte con il Dax alle 18 che segna un -1,8%. Il profit warning lanciato da Infineon (-15,4%) pesa sul titolo e su tutto il mercato: si salva Deutsche Telekom +2%, male Siemens (-4,5%) e Lufthansa (-4,11%).

Parigi ha perso lo 0,55% a causa delle vendite che hanno colpito Alcatel (-3%), Bouygues (-3%), Thomson Multimedia (-2,2%), StMicroelectronics (-3,7%), Cap Gemini (-3%) e France Telecom (-1,9%).