BORSE UE: PROFONDO ROSSO, VENDITE SU TMT

25 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Le Borse europee hanno chiuso in ribasso la giornata di oggi, malgrado Wall Street abbia provato a ridare fiducia ai settori in crisi con alcuni utili importanti come PeopleSoft (PSFT – Nasdaq).

Media, tecnologici e telefonici hanno avuto esiti differenti perché legati a questioni interne alle Borse.

Il quadro del comparto TMT è comunque ancora in difficoltà.

L’indice Eurostoxx infatti ha visto vendite in tutti i settori, con perdite per media (-1,91%), telefonici (-2,32%) e tecnologici (-0,80%).

Hanno chiuso in ribasso anche i titoli energetici (-0,77%) nonostante l’annuncio dell’OPEC di tagliare la produzione di greggio di un milione di barili al giorno(Vedi Il quadro economico e finanziario di oggi ).

A Londra l’indice FTSE ha chiuso in ribasso dello 0,84%.

Media in evidenza con BSkyB che ha reso noti i risultati relativi al primo semestre 2001.
Il titolo di Rupert Murdoch ha chiuso con un aumento del 4,73%. Dietro BskyB hanno perso però terreno Carlton (-0, 49%)e Granada (-1,6%.

Hanno sofferto i telefonici, con British Telecom che ha chiuso praticamente invariata, con un lieve rialzo dello 0,06%.

Male Colt (-5,93%) e Vodafone (-4%) che ha chiuso in calo il giorno dell’assemblea degli azionisti cui ha promesso una completa revisione degli emolumenti al management.

Parigi ha perso nel finale la palma di peggiore borsa europea a favore di Francoforte.

Il CAC40 ha chiuso a -1,7%. Male Thomson Multimedia, che ha ceduto il 2,25% a €34,75, dopo aver toccato anche quota €33,5 in mattinata.

Ha chiuso in ribasso anche Alcatel (-4,41%) che ha sofferto gli utili comunicati dalla concorrente Siemens (quotata a Francoforte e in rialzo dello 0,85%).

Domani verranno pubblicati i risultati ma il consensus è largamente negativo.

In ribasso anche Vivendi (-2,81%) che ha sofferto di alcune prese di beneficio dopo le sedute positive dei giorni scorsi.

A Francoforte il DAX ha ceduto l’1,81%.

Nel mercato tedesco, che chiude le contrattazioni alle 20:00, Siemens è tra i pochi titoli in denaro.

In rosso Commerzbank (-2,65%) e Deutsche Bank (-2,74%), Deutsche Telekom (-3,07%).

Infineon ha seguito Siemens e viaggia in rialzo dello 0,55%.