BORSE UE PIATTE, CORRONO I CHIMICI

28 Agosto 2001, di Redazione Wall Street Italia

Seduta per ora incolore per il Vecchio Continente con tutti gli indici sulle quote della vigilia, malgrado una buona partenza in denaro. I rialzi sono rientrati dopo la diffusione del dato sulla massa monetaria M3 nella zona euro. La crescita superiore al previsto mette un’ipoteca sull’attese di un taglio dei tassi di interesse della zona euro che potrebbe essere deciso giovedì dalla Banca Centrale Europea, e per questo il mercato soffre. (Vedi anche IL QUADRO ECONOMICO E FINANZIARIO DI OGGI/2)

Settorialmente si registra la forte crescita dei chimici (EuroStoxx +1,9%), dietro alle ipotesi di acquisto da parte della Roche della divisione farmaceutica della Bayer. (Vedi anche CHIMICI: BAYER SALE DIETRO VOCI OFFERTA ROCHE e anche ROCHE VUOLE DIVISIONE FARMACEUTICA BAYER)

In rialzo anche i telefonici (EuroStoxx +0,3%) grazie a Deutsche Telekom che stamani ha presentato i risultati del primo semestre. (Vedi anche TLC: DEUTSCHE TELEKOM NON DELUDE I MERCATI )

Tra gli altri settori si nota la tenuta dei media (EuroStoxx +0,4%), mentre i tecnologici restano al palo (EuroStoxx +0,05%).

Parigi è l’unica che galleggia con il Cac a +0,06%. In calo Alcatel ( -0,9%) e STMicroelectronics ( -0,3%), mentre salgono France Telecom ( -0,08%) e TF1 ( -1,4%).

A Francoforte il Dax cede lo 0,13% malgrado il rialzo di Bayer ( +3,8%), Basf ( +1%), Deutsche Telekom ( +0,1%). In rosso troviamo Epcos ( -2%) ed Infineon ( -1,5%).

A Londra, che riapre dopo la pausa del Bank Holiday, l’indice Ftse segna un passivo dello 0,15%. Bene British Telecom ( +2,1%) e ARM ( +1,8%). In ribasso CMG ( -5,9%) E LOGICA (-2,7%).