BORSE UE: PESA WALL STREET, TECH IN RIBASSO

30 Maggio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Le borse europee si lasciano suggestionare dalla brutta chiusura di Wall Street ieri, e aprono in territorio negativo mal impostate per quanto riguarda i titoli tecnologici.

Londra ha aperto a -0,08%.
Francoforte a -0,43%.
Parigi a -0,14%.
Madrid a -0,28%.

La sofferenza dei tecnologici, che a livello di eurostoxx perdono già in avvio l’1,04%, si tocca con mano alla borsa di Helsinki, fortemente caratterizzata dalla presenza del tech: l’indice del mercato finlandese lascia infatti circa un punto percentuale, lo 0,93%.

Pesano i giudizi negativi rilasciati su Intel e Nokia, e su tutto il mercato dei chip per telefonini.

In questo senso ne risente in primo luogo la stessa Stmicroelectronics che oltre che a Milano e a New York, è quotata anche a Parigi: in questo momento lascia l’1,40% a €29,66.

Anche il settore dei media è sotto osservazione specialmente dopo che il consiglio di amministrazione di Vivendi Universale ha deciso di affiancare un comitato all’amministratore delegato Jean-Marie Messier per vagliarne le decisioni.

Il gruppo franco-americano ha registrato perdite record, e ora ha necessita di monitorare i passaggi fondamentali per ripianare il debito.

Per ora è comunque rinviata la cessione del 15-20% della controllata Vivendi Enviroment.

Il settore dei media lascia lo 0,67%.

I telefonici lo 0,38%.