BORSE UE, L’ORSO NON MOLLA E COLPISCE I TMT

3 Luglio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Il Vecchio Continente è spazzato dall’ennesima raffica di vendite, concentrate su tutti i settori e sui tmt in particolare.

La partenza aveva fatto sperare bene, ma il trend ribassista alla lunga ha avuto la meglio.

Le vendite interessano tutti i settori: i peggiori sono media, che perdono il 6,78%, tlc (-1,81%), tech (-3,98%), assicurativi (-3,06%) e bancari (-2,30%).

Anche i future sugli indici Usa sono in ribasso.

Londra perde l’1,87%. Nuovo tonfo di Vodafone, che perde il 5,23% a 81,5 pence. Sprofonda Invensys (-8,16%).

Parigi (-2,59%) è appesantita dal calo di Vivendi Universal (-15,73% a €15). Non fanno meglio gli altri Tmt come Orange (-4,89%), Cap Gemini (-6,69%) o Stmicroelectronics (-3,51%) e in linea con l’andamento di Alcatel (-16,99%).

A Francoforte (-1,92%) i peggiori sono Volkswagen (-5,57%) e Metro (-6,80%), Deutsche Telekom (-2,41%), Sap (-5,28%) e Infineon (-8,09%).