BORSE UE: FORTI RIBASSI IN UN VENERDI’ DA INCUBO

14 Settembre 2001, di Redazione Wall Street Italia

Le Borse europee sono state abbattute da una incontrollata ondata di vendite.

Parigi ha perso il 4,95%, Londra il 3,80% e Francoforte, che chiude le contrattazioni alle 20:00, è in calo del 5,19%.

In Europa i comparti più penalizzati sono stati i media, che hanno perso il 9,23%, i telefonici (-6,01%) e i tecnologici (-5,53%). Male anche gli assicurativi (5,49%) e i bancari, che hanno perso il 6,09%.

Le azioni più colpite dalle vendite in Europa sono state quelle delle compagnie aeree, visto il pericolo della limitazione dei movimenti attraverso i cieli.

British Airways è crollata del 15,82%, Lufthansa in questo momento perde quasi il 10% mentre la compagnia di bandiera francese Air France ha perso il 10,37% a €10,98.

Nel listino francese i ribassi più consistenti sono stati segnati da Vivendi Univ. (-11,99%), Accor (-9,23%), EADS (-9%) e STMicroelectronics (-8,90%).

A Londra si segnalano i ribassi di Celltech (-11,18%), Telewest Com (-10,9%) e Rolls Royce (-,%).

In denaro ci sono Sainsbury (+1,49%) e Tesco (+2,39%).

A Francoforte i ribassi maggiori sono per BMW (-9,66%), DaimlerChrysler (-8,47%), Deutsche Bank (-7,13%) e Bayer (-7,09%).