BORSE UE FANNO UN SALTO NEL PASSATO

10 Settembre 2001, di Redazione Wall Street Italia

Tutte le principali piazze europee si sono portate sui minimi, toccando i livelli del lontano 1998, dietro alle forti vendite innescate dai future sui mercati USA, in forte ribasso.

Così come Milano che ha è scesa ai livelli del dicembre del 1998 (Mibtel -2,6% a 22.136 punti), allo stesso modo il Dax di Francoforte (-3,1%) si è portato ai livelli dell’agosto del 1998, il Cac (-3%) di Parigi tocca la quota dell’agosto 1998, lo Ftse di Londra (-2,5%) è sui livelli di ottobe 1998 così come lo Smi di Zurigo (-3,6%) e l’Ibex di Madrid (-2,1%).

Il Vecchio Continente sta subendo in modo scomposto le incertezze sulla congiuntura economica e in particolare si addensano le nubi sul cielo di Wall Street e gli investitori fuggono.

Gli EuroStoxx segnalano il calo del di quasi il 5% per il comparto tecnologico, di oltre il 2% per i telefonici, del 3,8% per i media e del 3,3% per le utilities.

Ribassi consistenti e superiori al 2% anche per assicurativi, bancari, energetici e industriali.