BORSE UE ED EURO APPLAUDONO A PIANO UE

10 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Il pacchetto di salvataggio kolossal da 750 miliardi di euro, varato dai 27 ministri delle finanze UE (16 stati membri + 11 esterni) per bloccare almeno nel breve termine la speculazione anti-euro, fa subito sentire i suoi effetti sull’azionario e sul mercato dei cambi.

Forte è il rialzo infatti in avvio di giornata delle principali borse europee. A Parigi il CAC40 ha segnato un apertura un +2,82% a 3.488 punti mentre a Francoforte il DAX ha aperto con un +1,74% a 5.814 punti. Bene anche Amsterdam (+3,30% a 322 punti) e Madrid (+0,15% a 9.059 punti).

A Piazza Affari, l’indice Ftse Mib avvia la giornata in progresso dell’1,67% a 19.872 punti mentre il Ftse IT All Share ha segnato un +1,91% a 19.157 punti.

Sotto i riflettori anche l’euro, che torna a guadagnare terreno dopo le forti perdite della settimana scorsa. Il cross euro/dollaro viaggia infatti stamane a 1,2980, in aumento dello 0,46% rispetto alla chiusura precedente, mostrando un buon recupero già da questa notte nelle trattazioni in Asia.

Migliora anche il cross con lo yen, ora a 120,63 yen, con la sterlina a 0,8723 e con il franco svizzero 1,4258.

A livello macroeconomico sono previsti in mattinata la massa monetaria M0 della Gran Bretagna e il leading indicator dell’Ocse. In arrivo anche la decisione in materia di tassi da parte della Bank of England, decisione peraltro posticipata di qualche giorno per le elezioni del 6 maggio in UK.

Nessun indicatore dagli Stati Uniti.