BORSE UE: DEPRESSE PER WALL STREET E BCE

31 Agosto 2001, di Redazione Wall Street Italia

Le borse europee hanno aperto i battenti in negativo, senza spunti in grado di innescare un benchè minimo recupero.

Da Wall Street i segnali sono stati scoraggianti, con gli indici che hanno chiuso tutti in rosso e il Dow Jones in particolare che è finito sotto quota 10.000 punti.

Dall’Europa, il taglio dei tassi di interesse della zona euronon è stato sufficiente a compensare il pessimismo emerso dalle parole del presidente della Banca Centrale Europea Win Duisemberg a proposito del rallentamento economico in atto (Vedi TASSI UE: LA BCE TAGLIA DELLO 0,25%).

Londra è partita con un ribasso dello 0,2%, Francoforte -0,11% quasi subito trasformato però in un +0,26%.

Negativa Parigi -0,22%, che accusa il colpo di un tasso di disoccupazione in Francia a luglio in crescita all’8,9% dal precedente 8,8%.

Madrid segna -0,04%.

Male i tecnologici con STMicroelectronics, Siemens, Nokia e Infineonin forte calo.