BORSE UE CONTRASTATE, TMT DEBOLI

11 Gennaio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Le borse europee sono contrastate. Sui mercati del Vecchio Continente si segnala la leggera ripresa dei tecnologici (+0,3%), mentre rimangono ancora deboli telefonici (-0,50%) e media (-0,15%), nonostante l’upgrade di Jp Morgan, che ha alzato la valutazione sul comparto europeo a “Neutral” da “Underweight” (sottopesare).

Gli indici Eurostoxx segnalano anche denaro su utilities (+0,94%) e industriali (+0,21%). In lettera invece auto (-0,23%), energetici (-0,51%) e assicurativi (-0,1%).

A Francoforte (-0,38%) cedono terreno Bayer (-3,24%), Deutsche Telekom (-2,19%) e BMW (-1,86%).

Denaro su RWE (+1,89%), Schering (+1,21%), Infineon (+1,08%) e Preussag (+1%).

A Parigi (+0,19%) Carrefour guida i rialzi con una crescita del 5,57%a €57,85, grazie alla conferma degli obiettivi di utile per il 2001 nonostante il crescita dei ricavi leggermente inferiore al target. La società francese ha detto inoltre di non temere effetti della crisi argentina. Merrill Lynch ha alzato il giudizio sul titolo a “Buy”, cioè “comprare”. Bene anche Michelin (+2,39%), mentre sono in ribasso Thomson Multimedia (-2%), Alcatel (-1,92%) e Cap Gemini (-1,69%).

A Londra (+0,16%) tiene Vodafone (+2,43%), seguita da Granada (+2,14%).

In calo Logica (-4,14%), Reuters (-3,36%) e British Airways (-1,72%).