BORSE UE: CHIUSURE SOTTO LA STELLA DEI TMT

26 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Il Vecchio Continente ha confermato i guadagni della giornata fermandosi con tutte le Borse in rialzo anche se Londra ha limato i guadagni sul finire di seduta.

Malgrado le incertezze dei mercati USA, con Wall Street tutta in rosso, i mercati sono stati trainati dal rialzo dei tecnologici, telefonici e media. Gran balzo anche per i petroliferi.

Gli EuroStoxx fotografano la situazione con l’high-tech che è salito del 2,05%, gli editoriali dell’1,2% e le tlc dell’+1,6%. Il taglio alla produzone del greggio ha galvanizzanto il comparto energetico che ha guadagnato il 2,6%.

La Piazza migliore è stata quella di Parigi il cui Cac ha segnato un guadagno dell’1,44%. Bene Alcatel (+4,67%) e France Telecom (+2,1%) dopo la presentazione delle rispettive trimestrali. (Vedi anche TLC: FRANCE TELECOM, CORRE IL FATTURATO +33,3% e anche UTILI: ALCATEL PERDE €2,9 MLD NEL PRIMO SEMESTRE)

Denaro anche per Cap Gemini (+4,03%), Tf1 (+2%) e per il petrolifero Total Fina Elf (+3,5%).

Londra ha guadagnato lo 0,20% con i telefonici che dopo un buon avvio hanno invertito la rotta: British Telecom -1% e Vodafone -2,36%. (Vedi anche UTILI: BRITISH TELECOM, IN CALO A ₤186 MILIONI)

Balzo per Arm (+3,4%), mentre Bp è salita del 2%. Marconi ha chiuso piatta.

Francoforte, le cui contrattazioni teminano alle 20:00, vede il Dax in crescita dello 0,97%. Piatta Deutsche Telekom, mentre tra i tecnologici scende Epcos (-4,09%) e sale Siemens (+2,6%). Acquisti anche per Allianz (+2,4%).