BORSE UE: CHIUSURE POSITIVE SU TAGLIO TASSI

10 Maggio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Seduta in denaro per tutte le piazze europee che sono state spinte agli acquisti dopo la decisione a sorpresa della Banca Centrale Europea che, nel primo pomeriggio, ha ridotto i tassi di sconto dell’area euro al pari della banca centrale d’Inghilterra che li ha ridotti stamane. (Vedi anche Economisti sorpresi e perplessi dopo taglio BCE)

Gli EuroStoxx, tutti positivi, segnalano acquisti per i bancari (+2,2%), per gli assicurativi (+2,4%), ma anche per gli energetici (+1,4%). Tra i TMT sono andati meglio i tecnologici (+3,7%) dei telefonici (+1,4%) e dei media (+1,7%).

La Borsa migliore è quella di Parigi con il Cac che si è fermato in rialzo del 2,08%. Ha recuperato dopo il calo di ieri STMicroelectronics (+3,6%), mentre tra i tecnologici Alcatel ha iniziato a correre nel pomeriggio chiudendo a +3,86%.

Tra i telefonici France Telecom ha guadagnato l’1,9%, mentre tra i finanziari Axa si è fermata a +3,6% e Bnp Paribas a +5%.

Francoforte, le cui contrattazioni terminano alle 20:00, sale dell’1,79% grazie ai rialzi di Allianz (+2,5%), Bmw (+5,4%), Deutsche Post (+3,9%), Deutsche Telekom (+2%) e Sap (+3,86%).

A Londra l’indice Ftse ha segnato un recupero dell’1,19%. Pesante British Telecom (-7,1%) dopo l’annuncio del lancio di una aumento di capitale record da 5,9 miliardi di sterline, la soppressione del dividendo e lo scorporo della telefonia mobile, per uscire da una crisi debitoria che compromette le sue ambizioni globali e fa soffrire il titolo in borsa. L’operatore britannico ha annunciato anche ammortamenti inattesi per 3 miliardi di sterline della controllata tedesca Viag.

Ha chiuso in rosso anche BskyB (-1,1%) di Rupert Murdoch dopo la trimestrale presentata ieri, mentre in campo positivo Abbey (+4,1%) e Vodafone (+2%).