BORSE UE: CHIUSURE PIATTE O IN ROSSO

16 Novembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Piazze europee incerte sul finale, in balia dell’andamento altalenante di Wall Street e del Nasdaq che, dopo aver azzerato le perdite dell’apertura, e’ tornato in negativo. Sotto pressione i tecnologici (Euro Nm -3,54%), cedenti anche tlc e media.

Francoforte, le cui contrattazioni terminano alle 20:00 ora italiana, prosegue con il Dax a -1,62%. Il ribasso e’ causato dalle vendite su Infineon (-3,11%), Sap (-5,84%) e Deutsche Telekom (-1,58%).

Parigi si e’ fermata a -0,3%: Bnp (-5,78%), France Telecom (-2,84%) e Stm (-3,21%).

Londra ha chiuso invariata a 6.430 punti. Bene Vodafone (+0,95%), mentre British Telecom (-1,18%). Giu’ Reuters (-0,87%), denaro per Exel (+2,46%).

Tra le altre Borse europee, Madrid -2,3%, Amsterdam -0,63% e Zurigo +0,28%.