BORSE UE: CHIUSURE PESANTI, CADONO I TMT

11 Ottobre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Le Piazze europee hanno chiuso vicine ai minimi una seduta estremamente pesante. L’andamento negativo del Nasdaq ha infatti contribuito ad ampliare le perdite che soprattutto i settori telecomunicazione, media e tecnologico avevano accusato fin dalle prime battute.

Londra si e’ fermata con l’indice Ftse a -2,26%. Male i telefonici con British Telecom a -5,22% e Vodafone a -5,12%. Tra i tecnologici e’ crollato del 7,87% Logica, mentre tra gi editoriali BskyB arretra del 3,97%.

Parigi ha lasciato sul campo il 2,83%. Pesante Alcatel (-9,34%), Bnp Paribas (-6,90%), France Telecom (-6,01%) e Stm (-4,21%).

Sui minimi la chiusura anche di Francoforte che ha ceduto il 2,75%. Tonfo netto per Deutsche Bank (-7,52%) e per Epcos (-10,97%). Si difendono meglio Infineon (-4,64%) e Deutsche Telekom (-2,83%).

Tra le altre Borse europee, Madrid -2,99%, Amsterdam -2,65% e Zurigo -1,88%.