BORSE UE: CHIUSURE NEGATIVE SULLA SCIA DEL NASDAQ

18 Settembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Finale negativo per le piazze europee depresse dall’andamento negativo di Wall Street e dai timori per l’inflazione innescati dalla debolezza dell’euro sceso oggi a nuovi minimi storici. A questo si e’ aggiunto il prezzo del petrolio che a Londra ha raggiunto nuovi massimi decennali. Le vendite sono state generalizzate, tranne che sui titoli energetici.

Parigi ha ceduto l’1,39%, con France Telecom ancora sotto pressione (-2,46%), Alcatel a -4,49% e Stm a -2,40%.

Londra, e’ stata la Borsa che si e’ difesa meglio e solo nel finale ha ceduto al segno negativo (-0,11%). Contrastati i telefonici con British Telecom e Colt sulle quote della vigilia, ma sono andate giu’ C&W a -8,18% e Vodafone a -2,04%.

Francoforte perde l’1,11%. Male Deutsche Telekom a -3,18%, Siemens a -2,12% e Lufthansa a -3,84%.

Tra le altre Piazze europee cadono anche Amsterdam (-1,18%), Madrid (-2,4%) e Zurigo (-0,98%).