BORSE UE: CHIUSURE NEGATIVE, PESANO I TMT

28 Novembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Chiusura di segno negativo per tutte le principali Piazze europee, al termine di una seduta condizionata dall’interminabile saga delle presidenziale Usa e dalle inquietudini, accresciute dopo gli ultimi dati, per il rallentamento economico statunitense piu’ forte del previsto.

I titoli piu’ colpiti dalle vendite sono stati quelli del gruppo Tmt (Telefonici, multimedia e tecnologici). Anche la giornata di oggi ha registrato pochi volumi in una seduta avara di temi.

La Borsa peggiore e’ stata quella di Londra dove lo Ftse si e’ fermato in ribasso dell’1,97%. Nella City gli investitori hanno venduto soprattutto i telefonici: Vodafone -5,47%, Colt -6,36%, e British Telecom -6,36%.

Parigi si e’ fermata in calo dell’1,7% con forti ribassi per la triade dei Tmt: France Telecom -5,64%, Bouygues -4,43%, Stm -6,40%, Alcatel -3,89% e Tf1 -6,14%.

A Francoforte il Dax procede in rosso dell’1,05%. A dispetto degli altri listini europei sta correndo il comparto auto con Volkswagen a +6,11% e Bmw a +3,09%. In profondo rosso Sap -6,51%, Infineon -7,18% e Deutsche Telekom a -2,87%.

Tra le altre Piazze del Vecchio Continente, Madrid -1,4%, Amsterdam -0,8% e Zurigo -0,81%.