BORSE UE: CHIUSURE LONTANO DAI MASSIMI

22 Maggio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Seduta in denaro per le Piazze del Vecchio Continente che sono salite sulla spinta offerta dal Nasdaq nella seduta di ieri. Le incertezze dei mercati statunitensi di oggi hanno però portato delle prese di beneficio nel pomeriggio e gli indici si sono fermati lontani dai massimi della giornata.

Gli indici EuroStoxx segnano comunque un forte incremento tra i TMT, ma anche tra i finanziari e gli industriali: EuroStoxx-tech +2,06%, EuroStoxx-tlc +1,02%, EuroStoxx-media +2,5%, EuroStoxx-industriale +1,6%, EuroStoxx-finanziario +1,4%.

Tra le Borse la più tonica è stata quella di Parigi con il Cac in rialzo dello 0,7%. Il titolo migliore è stato Michelin (+5,3%) con il settore dei pneumatici in fermento dopo la rottura tra la Ford e la Firestone. Denaro anche per Alcatel (+4,2%), France Telecom (+1,04%) ed StMicroelectronics (+3,3%). In calo Axa (-2,5%).

A Francoforte, dove le contrattazioni terminano alle 20:00, il Dax sta guadagnando lo 0,28% con i TMT che corrono di gran carriera: SAP +2,4%, Epcos +4,4%, Siemens +1,2% e Deutsche Telekom +3,07%.

A Londra il Footsie si è fermato in rialzo dello 0,57%. Pesano le incertezze che regnano su British Telecom (-2,4%) e le prese di beneficio sugli energetici come BP che alla fine ha chiuso piatto. In campo positivo BSkyB (+4%), Barclays (+1,7%), CMG (+9,8%), Logica (+8,4%) e Vodafone (+1%).