BORSE UE: CHIUSURE IN ROSSO, POSITIVA LONDRA

9 Maggio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Seduta negativa per tutte le piazze continentali sulla scia del calo degi indici americani dopo i risultati di Cisco.

Il colosso del networking ha divulgato un utile superiore alle attese, ma l’outlook per i prossimi trimestri non è positivo. Il risultato si è fatto sentire in particolare sui titoli tecnologici e l’Eurostoxx-Tech ha ceduto il 2,2%.

Ha fatto peggio il sotto indice dei telefonici che ha perso l’1,49%. In rosso anche l’Eurostoxx dei media (-0,9%), quello bancario (-0,3%) e assicurativo (-0,7%). In rialzo il comparto energetico (Eurostoxx-energy +0,7%) e in particolare quello legato alla salute (Eurostoxx-health +1,86%).

A Londra sono pochi i rialzi tra cui il petrolifero Bp (+2,6%) e British Telecom (+0,8%). In rosso troviamo Arm (-3,6%), Colt (-5,8%) ed Energis (-2%).

Parigi ha recuperato dai minimi chiudendo a -0,45%. Sono stati i tecnologici a soffrire di più: Alcatel (-3,6%), Cap Gemini (-2,5%) e STMicroelectronics (-2,1%). Vendite anche per France Telecom (-0,8%) e per BNP Paribas (-0,8%).

Francoforte, le cui contrattazioni terminano alle 20.00, sta cedendo lo 0,38% e anche qui i temi sono gli stessi con le vendite su TMT e finanziari: Deutsche Telekom (-1,1%), Infineon (-2,9%) e Sap (-1,7%).