BORSE UE: CHIUSURE IN ROSSO MA SENZA STRAPPI

19 Aprile 2001, di Redazione Wall Street Italia

Le principali Piazze europee hanno chiuso in area negativa sotto il peso delle prese di profitto che sono arrivate su molti settori dopo i rimbalzi di ieri.

I mercati si sono fermati comunque lontano dai minimi della seduta toccati in apertura grazie anche alla crescita dell’indice tecnologico americano che nel pomeriggio ha permesso il recupero dell’high-tech e delle tlc. L’EuroStoxx Tech ha chiuso a +1,2%, l’EuroStoxx Tlc in rialzo dello 0,37% Bene anche quello chimico (+1,5%) e il sottoindice editoriale (+1,06%).

Tra le Borse, il segno rosso più marcato è quello di Parigi che ha perso lo 0,45% appesantita dal calo di STMicroelectronics (-1,3%) dopo i risultati del primo trimestre. (Vedi anche UTILI: STM, +46,2% UTILE PER AZIONE 1° TRIM 2001)

In rosso anche Alcatel (-1,8%), mentre France Telecom ha recuperato il passivo chiudendo a +1,8%. In rialzo anche Axa a +1%.

Londra ha ceduto lo 0,32%. Contrastati i telefonici con British Telecom (-0,51%), C&W (-1,9%) e Vodafone a +2,2%. Forti vendite su Logica che ha lasciato sul campo il 5,7%. In ribasso anche Pearson (-2%).

A Francoforte, dove le contrattazioni terminano alle 20:00, il Dax sta cedendo lo 0,09%, malgrado il forte rialzo dell’8,1% di Sap. In negativo Deutsche Telekom (-1,1%), Infineon (-3,1%) e Allianz (-2,6%).