BORSE UE: CHIUSURE IN ROSSO DIETRO AL NASDAQ

2 Gennaio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Tutte le Piazze europee hanno chiuso la prima seduta del 2001 con scivoloni fragorosi, trascinate in basso dal calo degli indici americani, affossati dal dato peggiore del previsto sul Napm. In particolare ha pesato il ribasso del Nasdaq.

Le vendite hanno colpito in particolare i titoli tecnologici, telefonici ed editoriali.

Londra e’ stata la meno peggio con l’indice Ftse a -0,77% a 6.174 punti. In rosso Vodafone (-1,63%), mentre ha tenuto British Telecom (+0,17%). Denaro anche per Exel (+1,37%).

Francoforte prosegue con il Dax in ribasso dell’1,66% a 6.326 punti. In caduto libera Sap (-10,61%). Forti vendite anche su Allianz (-3,17%), Epcos (-4,30%) e Deutsche Telekom (-1,56%).

Debutto negativo anche per Euronext, la piattaforma che unisce i mercati di Parigi, Amsterdam e Bruxelles, che ha chiuso in ribasso del 2,15% a 5.798,90 punti.