BORSE UE: CHIUSURE IN RIBASSO, CROLLA L’HIGH-TECH

9 Ottobre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Giornata pesante per tutte le Piazze europee, penalizzate soprattutto dalle forti perdite delle societa’ legate alla ‘New Economy’, con i titoli Internet e i tecnologici al centro degli scivoloni accusati dai Nuovi Mercati. Male anche finanziari e bancari.

Parigi e’ stata la peggiore con il Cac a -2,37%. Sono cadute Acotel (-5,13%), Bnp Paribas (-3,74%), France Telecom (-6,09%), Stm (-5,03%) e Tf1 (-6,22%).

A Francoforte il Dax si e’ fermato a -1,7%. In rosso Deutsche Telekom (-2,62%), ma sono soprattutto i tecnologici a soffrire: Epcos -5,59%, Sap -4,34% e Infineon -4,51%.

Londra si e’ fermata a -1,35% con British Telecom in controtendenza (+0,95%) sulle attese di riordino del gruppo. In rosso Freeserve (-5,79%), Vodafone (-3,46%) e Logica (-5,07%).

Tra le altre Borse del Vecchio Continente, Madrid ha perso l’1,96%, Zurigo il 2,07% e Amsterdam l’1,54%.