BORSE UE: CHIUSURE IN PROFONDO ROSSO DIETRO WS

3 Aprile 2001, di Redazione Wall Street Italia

Come Milano, le principali piazze europee hanno chiuso sui minimi della seduta dopo il crollo registrato nelle prime ore di contrattazione dai mercati statunitensi. (Vedi anche Piazza Affari chiude sui minimi dietro il Nasdaq)

Gli investitori hanno venduto a piene mani su tutti i fronti, a partire dai titoli tecnologici (-7% sottoindice EuroStoxx tech), ma anche i ciclici e i media. Difficoltà anche per il comparto assicurativo.

La Borsa peggiore è stata quella di Parigi che ha visto il Cac chiudere a -4,04% affondata dal calo di Alcatel (-9,3%), di Thomson Multimedia (-5%) di STMicroelectronics (-7,3%), ma anche di France Telecom (-5,1%) e di Axa (-5,7%).

A Francoforte, dove le contrattazioni terminano alle 20:00, il Dax arretra del 3,99%. Nel listino principale, il più pesante è Sap a -10,7%, seguito da Allianz (-5,6%), Infineon (-4,5%) e da Deutsche Telekom (-3,2%).

Londra ha perso il 2,82%, ma ha registrato anche cali in doppia cifra come per Marconi (-12,2%) e per Cmg (-19,2%). In profondo rosso anche Arm (-17,1%), mentre British Telecom ha lasciato il 4,2%.