BORSE UE: CHIUSURE IN FORTE RIBASSO

21 Settembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Tutte le Piazze europee, esclusa Zurigo (+0,43%), si sono fermate in territorio negativo con gli indici vicini ai minimi della seduta. Sui listini ha influito l’andamento dei mercati statunitensi ma anche le incertezze sulla congiuntura del momento, che vede il petrolio ai massimi e l’euro in forte difficolta’.

La peggiore e’ stata Parigi con il Cac a -2,35%, seguita da Francoforte a -1,95% e Londra a -1,29%. In ribasso anche Amsterdam (-1,27%) e Madrid (-0,9%).

Venduti i telefonici con France Telecom a -3,32%, British Telecom a -5,44%, Colt a -4,26% e Deutsche Telekom a -2,27%.

Male anche i tecnologici con Freeserve a -4,85%, Siemens a -3,76% e Alcatel a -5,99%.

Tra i petroliferi il calo maggiore lo ha accusato Totalfina a -3,46%.

In difficolta gli assicurativi con Axa a -5,51% e Allianz a -2,76%.