BORSE UE: CHIUSURE IN CALO DIETRO WALL STREET

20 Febbraio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Finale pesante per le Piazze europee, che hanno invertito la tendenza favorevole del mattino e accusato perdite importanti in scia al nuovo crollo del Nasdaq.

Le vendite hanno colpito soprattutto i TMT (telefonici, editoriali e tecnologici), che in precedenza avevano tentato un fiducioso rimbalzo conclusosi nel pomeriggio.

La Borsa peggiore è stata quella di Londra che ha lasciato sul campo l’1,70% a 5.990 punti. In rosso si sono fermate British Telecom (-3,93%), e Vodafone (-4,04%).

A Parigi il Cac si è fermato in ribasso dello 0,60% a 5.551 punti. In rialzo France Telecom (+1,10%), mentre hanno ceduto Alcatel (-2,41%) e STMicroelectronics (-2,29%).

A Francoforte la seduta vede il Dax in calo dello 0,34% a 6.471 punti. Tiene ancora Deutsche Telekom (+0,19%), mentre Siemens viaggia con una perdita del 2,42%.

Tra le altre Borse europee, Madrid segna 9.705 punti a -1,58%, Amsterdam a 611,19 punti in calo dello 0,20% e Zurigo 7.706 punti a -0,81%.