BORSE UE: CHIUSURE AFFOSSATE DAI TMT

1 Febbraio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Il nervosismo che domina a Wall Street, dopo lo scivolone registrato ieri dal Nasdaq e dopo la pubblicazioni di quest’oggi dei dati macroeconomici Usa, ancora negativi, ha sospinto in basso le Borse europee.

Gli investitori hanno venduto soprattutto i titoli tecnologici (il sottoindice di settore ha lasciato sul parterre il 2,9%), i media (-1,9%) e i telefonici (-1,4%).

La piazza peggiore è stata quella di Parigi che si e’ fermata con il Cac in ribasso dell’1,65%. Male anche Amsterdam (-0,93%), Londra (-0,73%) e Zurigo (-1,04%). In rialzo solo l’Ibex di Madrid (+0,07%), mentre Francoforte procede con il Dax in ribasso dello 0,88% colpito da una pesante Deutsche Bank che cede oltre il 6%.

A Parigi hanno perso terreno France Telecom (-2,57%) e Stmicroelectronics (-2,55%). A Londra pesanti tutti i telefonici con British Telecom in calo del 3,65% e Vodafone a -4,5%.