BORSE UE CHIUDONO SUI MASSIMI SU SCIA NASDAQ

23 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

Tutte le Piazze europee hanno rimbalzato dopo la seduta da panico vissuta ieri. Il rialzo, così come per la Borsa di Milano, è stato dettato ancora dagli Stati Uniti che oggi vedono ritornare un po’ di sereno sul comparto tecnologico e dei semiconduttori. A Wall Street comincia, infatti, a prendere piede la convinzione che il settore high tech abbia formato un fondo.

Il denaro ha toccato tutti i settori, tranne il comparto petrolifero dove gli investitori stanno facendo cassa.

La Borsa migliore è quella di Francoforte il cui Dax guadagna il 2,8%. Le contrattazioni Germania terminano alle 20:00. Forte recupero per Infineon (+10,6%), Siemens (+5,6%), Deutsche Bank (+5,1%) e Deutsche Telekom (+5,5%).

Ha chiuso in forte crescita anche Parigi con il Cac che è salito del 2,6%. Particolarmente tonici i tecnologici e i telefonici: Alcatel +9,1%, STMicroelectronics +6,1% e France Telecom +6,1%. Denaro anche per i finanziari come Axa (+2,4%) e Bnp Paribas (+2,6%).

A Londra il Footsie è salito dell’1,6%. E’ volato Logica (+14,4%), ma hanno fatto bene anche Arm (+10,8%), British Telecom (+8,1%), Bank of Scotland (+3,5%) e Lloyds (+4,7%).

Tra le altre Piazze europee, Madrid si è fermata a +2,9% e Amsterdam a +2,1%.