BORSE UE CHIUDONO IN CRESCITA, BENE I TMT

2 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Il Vecchio Continente, dopo una partenza fiacca, ha ingranato le marce alte quando Wall Street ha sterzato imboccando la via dei rialzi. Ha tonificare il mercato americano sono stati i dati positivi sullo stato di salute degli USA.

Stamattina, in Europa, l’andamento dei listini è stato influenzato dalla notizia dell’aumento di capitale comunicato dalla tedesca Infineon. La società che produce chip ha incassato anche la volontà della controllante Siemens di ridurre di circa il 5% la sua quota di controllo.

Entrambe le operazioni sono destinate a portare altra carta sul mercato con gli investitori poco disposti ad assecondare le richieste di liquidità da parte delle aziende tecnologiche. (SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:


Borse Ue: Infineon tira giù i tecnologici)

Ma nel pomeriggio anche i tecnologici hanno ripreso a correre dopo il rialzo del Nasdaq e del Dow Jones.

Gli EuroStoxx registrano cosi’ la crescita del settore high tech (+1,4%). Gli acquisti hanno premiato anche i telefonici (+3,1%), i media (+2,7%), il comparto auto (+2,3%) e i finanziari (+1,7%).

In dettaglio, Londra è salita dell’1,32% grazie ad Arm (+5,6%), British Telecom (+5,9%) e Vodafone (+6,3%).

Parigi ha guadagnato l’1,36%. In rosso StM (-1,1%) e Accor (-4,2%). Bene Alcatel (+2,2%), più decisa France Telecom (+4,8%) mentre TF1 corre a +2,3%.

Francoforte, le cui contrattazioni terminano alle 20:00, viaggia in positivo con il Dax a +1%. Guadagna Deutsche Telekom (+3%), mentre Allianz è piatta, Epcos cede l’1,4%), Infineon sale del 2,7% e Siemens dell’1,2%.