Borse Ue caute, attesi occupati Usa

3 Dicembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Bilancio sostanzialmente positivo a fine mattinata nel Vecchio Continente, con guadagni pressoché limitati, in un clima di attendismo. Gli investitori hanno scelto infatti di propendere per la cautela, e prendere una decisione più decisa, nel primo pomeriggio, quando giungeranno i numeri sul mercato del lavoro statunitense. Il Dipartimento del Lavoro statunitense, pubblicherà il dato sugli occupati non agricoli Usa, di novembre, dopo che il settore privato monitorato da Adp ha mostrato un aumento degli occupati ben superiore alle attese. Le previsioni sono di 140.000 nuovi posti di lavoro. Tra le piazze finanziarie, Parigi sale dello 0,46%, seguita da Amsterdam che avanza dello 0,27% e Madrid dello 0,23%. Leggermente positive Londra +0,02% e Bruxelles +0,08%. Debole Francoforte che lima lo 0,06% e Zurigo con un -0,15%. Segnali contrastati giungono nel frattempo dai derivati statunitensi, che lasciano presagire una partenza incerta, per la borsa di Wall Street, più tardi. Sul mercato valutario, l’euro si conferma in rialzo nei confronti del biglietto verde, scambiando sopra quota 1,32 dollari. Ieri il Presidente della Bce, Trichet, ha confermato il proseguimento del programma di acquisto bond della Banca Centrale sul mercato, mentre nulla è emerso su eventuali ulteriori misure di sostegno. Dal fronte macroeconomico, i numeri sui PMI del settore servizi della Zona Euro, hanno evidenziato che a novembre la ripresa ha riacquistato energia. La crescita più sostenuta in Germania, Francia e Italia contrasta tuttavia con la continua debolezza della Spagna. Rallenta invece l’indice PMI della Cina, al livello più basso degli ultimo nove mesi, pur mantenendosi sul livello di espansione.