BORSE UE BEN IMPOSTATE, ASPETTANO WALL ST

10 Maggio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Seduta in denaro per tutte le piazze europee che spingono sugli acquisti in attesa dei mercati Usa visti in rialzo. Attesa anche per le decisioni della Banca Centrale Europea del pomeriggio, mentre la Banca centrale d’Inghilterra ha ridotto stamane i tassi di riferimento dello 0,25%, portandoli al 5,25%.

Gli EuroStoxx segnalano acquisti per i bancari (+1,04%), per gli assicurativi (+1,39%), ma anche per gli energetici (+1,19%). Tra i TMT vanno meglio i tecnologici (+0,67%) dei telefonici (+0,39%), mentre i media sono deboli a -0,12%.

La Borsa migliore è quella di Francoforte che sale dell’1,11% grazie ai rialzi di Allianz (+1,6%), Bmw (+3,3%), Deutsche Post (+3,2%), Deutsche Telekom (+0,99%) e Sap (+0,82%).

A Parigi il Cac sale dello 0,89%. Recupera dopo il calo di ieri STMicroelectronics (+2,1%), mentre tra i tecnologici cede Alcatel (-0,03%).

Tra i telefonici France Telecom guadagna lo 0,4%, mentre tra i finanziari Axa è a +2% e Bnp Paribas a +3,6%.

A Londra l’indice segna un recupero dello 0,57%. Pesante British Telecom (-5,6%) dopo l’annuncio del lancio di una aumento di capitale record da 5,9 miliardi di sterline, la soppressione del dividendo e lo scorporo della telefonia mobile, per uscire da una crisi debitoria che compromette le sue ambizioni globali e fa soffrire il titolo in borsa. L’operatore britannico ha annunciato anche ammortamenti inattesi per 3 miliardi di sterline della controllata tedesca Viag.

In rosso anche BskyB (-1,9%) di Rupert Murdoch dopo la trimestrale presentata ieri, mentre sono in campo positivo Abbey (+1,8%) e Vodafone (+1,2%).