BORSE UE: APERTURA DEBOLE SU HI-TECH E TLC

10 Maggio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Le borse europee hanno aperto nel segno della debolezza, dopo la chiusura negativa di ieri a Wall Street. I mercati sono condizionati dalla pesantezza dei titoli tecnologici dopo che il colosso americano Cisco ha divulgato un utile superiore alle attese, ma un outlook per i prossimi trimestri negativo.

Il fronte dei telefonici è sotto pressione dopo le notizie riguardanti British Telecom che in apertura a Londra lascia oltre il 4,5%. BT lancia un aumento di capitale di circa 6 miliardi di sterline, circa 18.000 miliardi di lire, scorpora BT Wireless (che non distribuirà dividendo) e venderà Yell, le pagine gialle britanniche.

I mercati europei restano oggi con il fiato sospeso in attesa della decisione della Banca Centrale Europea sui tassi di interesse: alle 13:45 ora italiana si saprà se il costo del denaro nella zona euro sarà stato ridotto.

Londra perde lo 0,10%, Francoforte lo 0,10%, Madrid lo 0,25%. In ripresa Parigi, +0,43%, Zurigo +0,12%.