BORSE UE: APERTURA DEBOLE DOPO I TASSI USA

16 Maggio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Le borse europee salutano con un ribasso l’ennesima riduzione, la quinta quest’anno, dei tassi di interesse americani, decisa ieri sera dalla Federal Reserve.

Negativa Londra, -0,09%, negativa Francoforte, -0,39%, mentre Parigi ha aperto in positivo per tornare sotto la parità nel giro di nemmeno un minuto, a -0,66%. In calo anche Madrid, -0,43%.

I telefonici e i tecnologici sono i titoli che più di altri sono sotto pressione specialmente in Francia, dove France Telecom cede quasi il 2%, Alcatel è in forte ribasso, Accor perde oltre il 2%.

Da tenere sotto osservazione, sempre sul fronte dei telefonici, il mercato spagnolo nel giorno in cui sono usciti (qualche minuto fa) i risultati trimestrali di Telefonica: nei primi tre mesi del 2001 l’utile si è attestato a €432 milioni, contro i €346 dello stesso periodo del 2000.

Occhi puntati, a livello europeo, sul dato dei prezzi armonizzati al consumo in Europa nel mese di aprile, a pochi giorni dal taglio dei tassi di interesse dell’area euro, giustificato da un miglioramento sul fronte dell’inflazione.