BORSE UE AI MINIMI ASPETTANDO WALL STREET

14 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

Le borse europee arretrano decisamente e scendono ai minimi della seduta di riflesso alle notizie che arrivano da Oltreoceano, dove i futures segnalano un avvio in forte ribasso per i mercati statunitensi.

I cali sono nell’ordine del 3% e interessano tutti i settori e in particolare tecnologici e finanziari.

Parigi è la più pesante con il Cac a -3,30%. In profondo rosso Alcatel a -4%, Bnp Paribas a -3,3%, Axa a -2%, France Telecom a -2,98% e STMicroelectronics a -2,62%.

In forte ribasso anche Francoforte il cui Dax segna un ribasso del 3,22%. Tiene Deutsche Telekom (+1,05%), ma per il resto sono solo segni negativi: Allianz -3,9%, BMW -4,2%, Epcos -3,64%, Infineon -0,79%, Sap -5,77% e Siemens -3,88%.

Sul mercato di Londra la musica non cambia e il Footsie cede il 2,88%. Forti ribassi per i telefonici come C&W a -11,28%, Colt a -10,21%, British Telecom -4,11%, e Vodafone a -3,39%. Tra i tecnologici cade Autonomy (-10,4%) e Arm (-6,6%).

In forte correzione anche tutte le altre Borse europee.