Borse positive nel giorno degli stress test della Bce

9 Ottobre 2017, di Daniele Chicca

È una seduta di acquisti per le Borse europee, favorite da alcuni dati macro e dal rimbalzo della piazza di Madrid dopo che nel fine settimana una marea di spagnoli ha manifestato in favore dell’unità e contro l’indipendenza della Catalogna, che potrebbe essere proclamata già oggi dall’esecutivo regionale in segno di sfida alle autorità centrali. Dal fronte macro sono giunti una serie di dati: l’indice Pmi dei servizi in Cina, sceso ai minimi di 21 mesi, la produzione industriale di Germania, che ha fatto un bel balzo, e le stime sul Pil della Francia. Per la produzione industriale tedesca agosto è stato il miglior mese in sei anni di tempo: i dati stanno aiutando l’andamento delle Borse europee.

Comunicato anche l’esito degli stress test condotti dalla Bce sulle 110 principali banche dell’area euro. La simulazione serve a misurare il rischio legato ai cambiamenti dei tassi d’interesse, ma non presenta un giudizio secco di bocciatura o promozione sulle singole banche, bensì piuttosto una valutazione dell’intero sistema finanziario. Le Borse asiatiche sono positive, Shanghai in particolare, mentre Tokyo è chiusa per festività. Sul mercato valutario l’euro scambia in lieve rialzo, in area di 1,1720 dollari, sopra i livelli con cui ha chiuso la settimana scorsa. Comprati anche i Bond europei dei paesi più virtuosi dell’area della moneta unica. Intanto i mercati emergenti sembrano per il momento ignorare i cali pesanti della lira turca.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 9 Ottobre 201711:22

L’azionario mondiale sale di prezzo con le Borse cinesi ai massimi di 21 mesi. Nuovi record anche per la Borsa di Germania, dopo i dati positivi sulla produzione industriale, mentre la Borsa spagnola rimbalza. L’indice MSCI ha toccato i massimi dal 1970 la settimana scorsa. 

L’indice paneuropeo Stoxx 600 guadagna lo 0,2% con il Dax che ha raggiunto i livelli massimi di sempre. A Piazza Affari corre Mediaset, favorita dalle notizie circa l’avvio di una trattativa per risolvere la disputa con Vivendi. Sul valutario si segnalano pressioni al ribasso sulla sterlina e sulla lira turca.

Daniele Chicca 9 Ottobre 201711:23

L’azionario mondiale sale di prezzo con le Borse cinesi ai massimi di 21 mesi. Nuovi record anche per la Borsa di Germania, dopo i dati migliori del previsto sulla produzione industriale, mentre la Borsa spagnola rimbalza grazie all’attenuarsi delle tensioni in Catalogna.

Il bond spagnoli rimontano con i rendimenti in calo di 6,5 punti base all’1,65%. L’indice paneuropeo Stoxx 600 guadagna lo 0,2% con il Dax che ha raggiunto i livelli massimi di sempre. A Piazza Affari corre Mediaset, favorita dalle notizie circa l’avvio di una trattativa per risolvere la disputa con Vivendi. Sul valutario si segnalano pressioni al ribasso sulla sterlina e sulla lira turca.

Daniele Chicca 9 Ottobre 201713:00

Si profila un avvio positivo a Wall Street, con tutti i contratti su S&P 500, Nasdaq e Dow Jones che scambiano in progresso. 

Daniele Chicca 9 Ottobre 201713:36

La Borsa di Madrid guadagna un punto percentuale oggi dopo che un esponente di spicco dell’amministrazione della Catalogna ha lanciato un appello per avviare un dialogo con la Spagna. Detto questo l’indice Ibex è in calo dell’1,2% da quando il popolo catalano ha votato a stragrande maggioranza a favore dell’indipendenza nel referendum illegale del primo ottobre.

Daniele Chicca 9 Ottobre 201714:36

Resta invariato il giudizio dell’agenzia di rating S&P sulle banche spagnole dopo il referendum in Catalogna, oggi i titoli del settore rimbalzano in linea con l’andamento di Borsa. Madrid guadagna l’1% e salgono anche i Bonus spagnoli, favoriti dall’apertura al dialogo con il governo centrale delle autorità della regione secessionista.

Daniele Chicca 9 Ottobre 201714:45

La Borsa di Madrid guadagna un punto percentuale oggi dopo che un esponente di spicco dell’amministrazione della Catalogna ha lanciato un appello per avviare un dialogo con la Spagna. Raul Romeva, ministro degli Esteri del governo separatista di Barcellona, ha detto che “saremo sempre pronti a sederci al tavolo dei negoziati, ma per farlo bisogna essere in due”.

Detto questo l’indice Ibex è in calo dell’1,2% da quando il popolo catalano ha votato a stragrande maggioranza a favore dell’indipendenza nel referendum illegale del primo ottobre.

Daniele Chicca 9 Ottobre 201716:18

Tra i mercati energetici il prezzo del petrolio non è molto variato rispetto alla chiusura di venerdì. A impedire ulteriori cali sono le speranze di un’azione coordinata da parte dell’Opec per riequilibrare i livelli di domanda e offerta.

A metà seduta il future sul Brent cede 0,34 centesimi a 55,29 dollari al barile. La scorsa settimana aveva perso il 3,3%, la maggior perdita settimanale da giugno 2016. Il contratto sul petrolio Usa WTI è sostanzialmente piatto a 49,31 dollari al barile. La scorsa settimana aveva perso il 4,6%.

Daniele Chicca 9 Ottobre 201716:20

Wall Street apre le contrattazioni in rialzo ma poi perde slancio nella settimana che vedrà entrare nel vivo la stagione delle trimestrali societarie con colossi del calibro di BlackRock, Citigroup, Bank of America e Wells Fargo che sono attesi all’appuntamento con i conti fiscali. L’azionario è su livelli record grazie a una serie di dati macro positivi e alle speranze che la maxi riforma del fisco di Trump vada in porto.

Il Nasdaq guadagna lo 0,1% aggiornando i record intraday. Il Dow Jones è piatto dopo aver toccato i massimi di tutti i tempi, mentre l’S&P 500 scivola dello 0,1% dopo aver scambiato circa 4 punti sopra i livelli più alti di sempre.

Daniele Chicca 9 Ottobre 201720:16

Sul Forex il dollaro conferma una fase di relativa forza, vicino ai massimi da circa 10 settimane rispetto al paniere delle principali divise internazionali, nonostante un parziale ripiegamento rispetto ai picchi di venerdì su euro e yen.

Daniele Chicca 9 Ottobre 201720:17

Tra le materie prime, il contratto sul petrolio Wti è a 49,4 dollari al barile prezzi del greggio sono poco mossi dopo il ribasso registrato la scorsa settimana, trovando sostegno nei commenti dell’Opec che lasciano sperare in nuove azioni per riequilibrare il mercato nel lungo termine.

Daniele Chicca 9 Ottobre 201720:17

Le borse Europee chiudono in rialzo ad eccezione di Londra, che sconta qualche incertezza sui nuovi sviluppi della Brexit. Tra le blue chip europee, in rialzo le spagnole con l’affievolirsi delle tensioni in Catalogna. Positive anche Enel, Adidas e Danone. In ribasso invece Deutsche Bank, Airbus e Ahold.

Daniele Chicca 9 Ottobre 201720:17

Piazza Affari chiude in lieve rialzo questa prima seduta di settimana, nonostante gli stress test condotti dalla Bce abbiano portato vendite sul settore bancario. La banca Popolare dell’Emilia Romagna è l’ultima del listino con un ribasso di oltre il 3%. Male anche Banco BPM e Ubi. In rialzo invece Mediaset dopo le indiscrezioni su un possibile avvicinamento a Vivendi. Positive anche Ferrari e Italgas.