Borse positive, banche italiane spinte da S&P

29 Ottobre 2018, di Daniele Chicca

I titoli delle banche italiane sono positivi e altrettanto bene fa il resto del mercato azionario in Europa: dopo la decisione dell’agenzia di rating Standard and Poor’s di non declassare il giudizio del credito italiano, la Borsa di Milano scambia in rialzo. I mercati tirano un sospiro di sollievo e anche l’euro sale di prezzo, ma a livello fondamentale, le problematiche e i dubbi legati al debito italiano, rimangono gli stessi.

La sentenza di S&P dà una mano anche ad altri asset finanziari italiani, tra cui i Btp. I rendimenti del titolo decennale sono scesi ai minimi di una settimana. Il miglioramento del sentiment generale favorisce un ritorno dell’appetito per il rischio in tutta la regione europea. Sul fronte valutario, la coppia dollaro yen continua a viaggiare sotto quota 112 (111,96 al momento). Il cross euro franco svizzero avanza a quota 1,1386.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 29 Ottobre 201810:58

Piazza Affari tonica, tra le migliori Borse in Europa, dopo la scampato pericolo per il downgrade di S&P. L’indice principale Ftse Mib segna a metà mattinata un rialzo dell’1,3% a 18.929 punti, sostenuto dai titoli bancari, in recupero con lo spread che si porta sotto quota 300 punti e dopo le rassicurazioni nel weekend da parte di esponenti del Governo, pronto a intervenire sul settore dovesse la situazione peggiorare.

Banco Bpm (+4,7%) guida i rialzi tra le blue chip, seguita da Ubi (+4,2%), Bper (+3,6%) e Unicredit (+3%). Fuori dal paniere principale in rally Mps (+9%) e Ansaldo Sts (+8,9%) dopo l’annuncio che Hitachi Rail Italy Investments ha acquistato da Elliot e The Liverpool Limited Partnership il 31,8% e lancerà un’Opa totalitaria.

Daniele Chicca 29 Ottobre 201810:58

Venerdì sera S&P ha confermato il rating dell’Italia a BBB ma ha rivisto l’outlook da stabile a negativo, preludio di possibili futuri declassamenti. Sul mercato dei titoli di Stato lo spread in mattinata è sceso a 296 punti, con il rendimento del Btp decennale al 3,34%.

Forexlive Image View

Daniele Chicca 29 Ottobre 201811:21

L’euro paga la notizia secondo la quale la cancelliera tedesca Angela Merkel non correrà per la leadership del partito CDU dopo la batosta elettorale nell’Assia. La moneta unica cede lo 0,4% sul dollaro, attestandosi in area €1,138. Merkel è alla guida del partito dei conservatori dal 2000 e il voto dicembre sarà una gara agguerrita per trovare il suo successore.

Daniele Chicca 29 Ottobre 201811:22

L’euro paga la notizia secondo la quale la cancelliera tedesca Angela Merkel non correrà per la leadership del partito CDU dopo la batosta elettorale nell’Assia. La moneta unica cede lo 0,4% sul dollaro, attestandosi in area €1,138. Merkel è alla guida del partito dei conservatori dal 2000 e il voto previsto questo dicembre sarà una gara agguerrita per trovare il suo successore.

Daniele Chicca 29 Ottobre 201811:23

Piazza Affari accelera ulteriormente e al momento fa segnare un progresso di due punti e mezzo percentuali. Anche i bond italiani sono in rally.

Daniele Chicca 29 Ottobre 201811:57

I titoli delle principali case automobilistiche tedesche sono in gran rialzo grazie alle notizie provenienti dalla Cina e alla debolezza della moneta unica. Il governo cinese e il team di consulenza economica stanno ipotizzando una riduzione del 50% della tassa sull’acquisto di auto. Se fosse adottata la nuova percentuale, le vetture straniere risulterebbero molto più convenienti per i potenziali acquirenti in quello che è il secondo mercato di vetture al mondo.

L’indice settoriale Stoxx 600 Automobiles & Parts sale del 3,8% in Europa, il progresso più intenso dal 5 luglio. L’industria automobilistica è così il comparto più richiesto in Europa. L’indice di riferimento paneuropeo generale guadagna l’1.1%. BMW, Daimler e Volkswagen sono i titoli più premiati dagli investitori. A favorire il settore è anche l’indebolimento dell’euro.

Daniele Chicca 29 Ottobre 201811:57

Piazza Affari accelera ulteriormente e al momento fa segnare un progresso del 2,5%. Anche i bond italiani sono in fase di rally.

Daniele Chicca 29 Ottobre 201823:27

È stata una giornata positiva per l’azionario europeo. Il Dax ha chiuso in progresso dell’1,2% mentre il CAC dello 0,4%. Piazza Affari ha guadagnato quasi due punti percentuali (+1,9%), mentre il listino FTSE 100 ha ridotto i rialzi prima dell’intervento sul piano di bilancio: da un picco a +120 punti è passato a una chiusura in area 7026,32 punti (+86,76, per un balzo dell’1,25%).