BORSE: PIU’ VICINE NUOVA ZELANDA E AUSTRALIA

25 Settembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

La maggior parte dei broker dell’Oceania auspicano una fusione tra l’Australian Stock Exchange e il mercato azionario neozelandese; lo rivela un’inchiesta della New Zealand Press Association.

La fusione tra le due borse sembra essere sempre piu’ probabile specialmente dopo l’elezione di Simon Allen, amminsitratore delegato del gruppo ABN Amro in Nuova Zelanda, alla presidenza del listino di Wellington.

Allen ha annunciato infatti l’intenzione di continuare le trattative con l’Australian Stock Exchange, iniziate il mese scorso dal suo predecessore.

“Gli operatori potrebbero sfruttare tutte le potenzialita’ di una sinergia tra le due borse – ha detto Allen – E beneficiare di una maggiore efficienza e armonizzazione”.