BORSE PIU’ SOBRIE, DOPO L’UBRIACATURA SCENDONO

11 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

L’incerto andamento dell’euro tornato sotto quota 1,27 sul dollaro segnala la presenza di una certa avversione al rischio verso l’Eurozona, cosi’ le borse azionarie ripiegano e Milano (-2,47%) non fa eccezione (leggere: IL PIANO SALVA-EUROPA E’ UN FLOP: L’EURO SPROFONDA). Al giro di boa della seduta, sotto la pressione delle prese di beneficio che monetizzano i grandi rialzi di ieri, perdono terreno i titoli bancari ed assicurativi. Nell’ordine Intesa SanPaolo -5,52%, Banco Popolare -5%, Bpm -4,98%, Mediolanum -4,42%, Fonsai -4,23%, Bmps -4,43%, Unicredit – 3,81%, Generali -3,12%. Tra i ciclici in ritirata Italcementi -4,70% e Impregilo -3,92%. Tra i pochi titoli in controtrend c’e’ Telecom, +0,87%.

Per proteggere il tuo patrimonio, segui INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.86 euro al giorno, provalo ora!