Borse in equilibrio precario, euro paga tensioni in Catalogna

2 Ottobre 2017, di Daniele Chicca

Avvio con rialzi stentati per le Borse europee mentre le piazze asiatiche hanno vissuto una seduta contrastata. Sul mercato valutario l’euro paga le tensioni in Spagna, dove i catalani hanno votato a favore dell’indipendenza con il 90% dei suffragi e un tasso di affluenza al 42% in un contesto difficile. Il referendum non ha valore ma le autorità catalane intendono dichiarare la loro indipendenza nel giro di qualche giorno, sfidando il governo spagnolo che giudica incostituzionale il voto di domenica. Tiene però lo Spread tra Bonos spagnoli e Bund tedeschi (vedi grafico sotto).

“Il referendum in Catalogna non è un ‘game changer’, ma peserà per un po’ sull’euro e l’area euro, facendo svanire l’ottimismo alimentato dalla vittoria di Macron” in Francia, dicono gli analisti di RBC Capital in una nota. L’euro è la valuta più debole di giornata. Il dollaro Usa da parte sua consolida i guadagni mentre negli Stati Uniti prende il via l’iter politico legislativo di riforma del sistema fiscale. In crescita anche i rendimenti dei titoli di Stato Usa.  L’oro continua a cedere terreno mentre il petrolio quota sopra i 51 dollari al barile. In calendario in settimana vi sono il rapporto occupazionale e la scelta di Trump sul nome di chi succederà Janet Yellen alla presidenza della Fed.

Lasciate qui commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli operativi, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti sulle Borse li trovate nel LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 2 Ottobre 201712:00

A Piazza Affari si mettono in evidenza le banche che fanno la parte del leone grazie alle promozioni decise da gli analisti. Pop Emilia guadagna lo 0,89% dopo che Societe Generale ha avviato la copertura sul titolo con giudizio “buy” e con un target price di 6 euro che si confronta con i 5,105 euro delle quotazioni odierne. Fa ancora meglio il titolo UBI banca, che si porta in vetta al Ftse MIB forte di un rialzo del 2,78% a 4,506 euro. La banca francese ha ora un rating di “buy” sui titoli e ha alzato il prezzo obiettivo a 5,6 euro.

Daniele Chicca 2 Ottobre 201712:09

Sul Forex continua il buon momento del dollaro Usa mentre sul mercato obbligazionario secondario I rendimenti dei Treasuries hanno toccato I massimi delle ultime 12 settimane. I rendimenti dei Bonos spagnoli salgono e l’azionario fa fatica a imporsi dopo gli scontri e le tensioni di domenica durante il voto controverso sull’indipendenza della regione Catalogna.

Le attese per un rialzo dei tassi da parte della Federal Reserve entro anno, sarebbe la terza stretta monetaria nel 2017, e i dati macro a supporto della tesi per una crescita robusta della prima economia al mondo, uniti alle voci circa un successore di Janet Yellen dall’atteggiamento più da “falco”, contribuiscono a spingere biglietto verde e tassi dei titoli di Stato in rialzo.

Daniele Chicca 2 Ottobre 201712:23

Il tasso sui Treasuries decennali ha raggiunto quota 2,37%, il livello più alto da metà luglio, mentre l’indice del Dollaro, misuratore della performance della valuta americana rispetto a un paniere di divise concorrenti, avanza di mezzo punto percentuale. “Guardando ai candidati per il prossimo board il mercato si è convinto del fatto che la Fed assumerà un atteggiamento più aggressivo”, osserva a Reuters Antje Praefcke, strategist sul valutario per Commerzbank.

Daniele Chicca 2 Ottobre 201717:49

Tra le materie prime il contratto sul petrolio Wti è in calo a 50,2 dollari al barile in seguito all’incremento delle perforazioni negli Stati Uniti e della produzione dei Paesi Opec.

Daniele Chicca 2 Ottobre 201717:49

Sul mercato valutario il dollaro Usa ha avviato la prima seduta di ottobre nel segno della forza, sostenuto anche dai più alti rendimenti dei titoli del Tesoro Usa, mentre l’euro si è ritrovato sotto il peso delle tensioni relative al referendum catalano, con gli investitori in attesa di comprenderne gli effetti.

Daniele Chicca 2 Ottobre 201717:50

Le Borse europee chiudono positive ad eccezione di Madrid che risente delle tensioni legate al referendum in Catalogna. Tra le blue chips sono proprio le banche spagnole ad essere le più vendute, con BBVA e Santander in fondo all’indice EuroStoxx 50. In rialzo invece Adidas, Philips e Sap. Il Dow Jones intanto guadagna lo 0,33%.

Daniele Chicca 2 Ottobre 201717:50

Piazza Affari chiude in rialzo di mezzo punto percentuale. Brilla Ubi Banca che si piazza in cima al listino dopo l’upgrade di Societe Generale. Positiva anche STM. Guadagna anche il lusso con Ferragamo e Ferrari. Ultima del listino Telecom. Negativa anche Saipem che risente dell’andamento del greggio.