BORSE EUROPEE: SEMPRE NEGATIVE, MA PIU’ COMPOSTE

5 Gennaio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Sembra che le Borse europee stiano cercando di perdere con maggiore compostezza rispetto all’apertura.

Intorno alle 11,30 pur continuando a essere influenzati dalla chiusura negativa di New York della vigilia e delle Piazze asiatiche nella notte, i listini segnano flessioni più contenute, come dimostra Francoforte.

L’indice Dax, infatti, che aveva aperto con un arretramento di circa il 3%, ora perde l’1,49%.

A Londra la flessione è invece pari all’1,31% e ancora più contenuto è l’arretramento di Zurigo: l’indice Smi, dopo essere arrivato a segnare un ribasso superiore al 2%, limita le perdite allo 0,8%.

Più marcato invece il calo di Parigi, dove resta forte l’intonazione negativa della giornata. L’indice Cac-40 cede infatti il 2,45%.