Borse europee riflessive dopo tonfo di ieri

12 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Primi passi appena sotto la parità per le principali borse europee, dopo il tracollo di ieri sui timori di un rallentamento dell’economia mondiale nel 2° semestre dell’anno. Si attende con ansia il bollettino mensile della Bce per conoscere la sua visione sullo stato di salute dell’economia della zona euro. Intanto gli investitori si allontanano dalle valute più rischiose, avvicinandosi sempre più a yen e franco svizzero considerate monete rifugio per eccellenza. Il mercato vende euro, portando il cross eur/usd sotto quota 1,29 mentre il cambio usd/yen scivola sui minimi da quindici anni a 85,33. In rimonta il franco svizzero con il cross usd/chf a 1,057. Tra i dati macro in calendario oggi ci sono in Italia i prezzi al consumo di luglio e il commercio estero di giugno, nella zona euro la produzione industriale di giugno e in Usa le richieste sussidi disoccupazione settimanali e i prezzi import/export di luglio. Sulle prime rilevazioni Parigi mostra un ribasso dello 0,25% a 3619,12 punti ed Amsterdam un decremento dello 0,47% a 323,46 punti. Segno meno anche per Francoforte -0,15% a 6144,81 punti, Londra -0,35% a 5226,64 punti e Madrid -0,46% a quota 10327,5 mentre Bruxelles registra un timido rialzo dello 0,05% a 2497,19 punti.