BORSE EUROPEE: NEGATIVE, TRANNE LONDRA E ZURIGO

12 Gennaio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Non c’è traccia di novità sulle Piazze d’Europa. Del resto la giornata era partita male, e continua a confermare l’andamento negativo.

I listini sono ripiegati su se stessi, e a questo punto si mettono alla finestra in attesa della riapertura di Wall Street.

Si riaffacciano poi i vecchi timori su un possibile rialzo dei tassi americani, ma anche al di qua dell’Oceano potrebbe muoversi qualcosa.

Infatti si prevede per domani un ritocco all’insù anche in Gran Bretagna dove il costo del denaro potrebbe arrivare al livello più alto dal febbraio scorso. L’economia dell’Union Jack comunque continua a crescere.

In questo quadro c’è poco da stupirsi se gli indici si presentano quasi tutti con il segno meno.

Uniche eccezioni, a metà giornata, sono Londra e Zurigo. Non è che l’indice FTSE-100 faccia faville, ma almeno viaggia in campo positivo: è a +0,03%. Un po’ meglio Zurigo, che cresce dello 0,13%.

Parigi perde lo 0,33%. Francoforte lo 0,56% pensalizzata anche dai deludenti risultati sulla produzione industriale tedesca. Amsterdam -1,35%. Madrid -0,93%.