Borse europee: continua la giornata disastrosa

25 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Continua la giornata disastrosa del Vecchio Continente che già, in avvio, seduta aveva visto le principali piazze europee depresse sulla scia della brutta giornata di ieri in cui la borsa di Wall Street ha chiuso sui minimi di giornata e Tokyo è crollata insieme alll’Asia su timori nuova ondata crisi. Le paure non si attenuano e gli investitori europei ancora memori della crisi che solo qualche anno fa investì le banche americane tornano a tremare sulla replica di un copione già visto. Solo ieri la Banca Centrale spagnola ha gettato un salvagente alla banca regionale CajaSur. Si profila un’altra crisi del settore bancario? La domanda sembra aleggiare nelle sale operative e vendere i titoli bancari oggi sembra l’unica risposta. Lo stoxx europeo di settore è il peggiore di Eurolandia e cede oltre quattro punti e mezzo percentuali. L’aria di crisi si sente anche sul valutario su cui prosegue l’incessante caduta dell’euro. La moneta unica già stamane aveva aperto in forte calo sui timori che la crisi che sta investendo il Vecchio Continente, sia pronta a minacciare la ripresa dell’economia mondiale. Il cable tra EUR/USD si attesta ora a 1,2203 in calo dell’1,17% dopo aver toccato minimi a 1,2175 dollari. La debolezza della moneta unica si fa sentire anche nei confronti dello yen dove ha sfondato la quota dei 110 yen e scambia a 109,11 yen risalendo dai minimi intraday a 108,79 yen. Livelli che non si vedevano da più di otto anni. Non è servito a infondere una sferzata di fiducia nemmeno il dato macro, che nell’Eurozona ha visto un balzo ben oltre le attese degli ordini all’industria a marzo. Dall’altra parte dell’oceano questo pomeriggio si attende l’indice Case-Shiller sui prezzi delle case nelle 20 maggiori città a marzo e sulla fiducia dei consumatori a maggio. A metà giornata Bruxelles arretra del 3,14% a 2327,12 punti, Zurigo scivola del 2,26% a 6066,29 punti, Parigi cede il 3,48% a 3311,4 punti ed Amsterdam il 3,41% a 302,88 punti. Segno meno anche per Francoforte -2,77% a 5644,78 punti, Londra -2,65% a 4935,08 punti. Soffre più di tutte Madrid che crolla del 4,28% a quota 8890,5.