Borse europee archiviano la seduta a due colori

4 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Chiusura a due velocità per le principali piazze del Vecchio Continente che, dopo una seduta partita col piede sbagliato si mostravano tutte in rosso al giro di boa. Ad offuscare il sentiment degli investitori i dubbi sulla reale portata della ripresa dell’economia e le trimestrali negative di alcune banche europee quali Unicredit, Standard Chartered e Allied Irish Bank, che hanno rovinato la scena ad istituti come Societe Generale e LLoyds che al contrario hanno nettamente superato le attese degli analisti. Luci ed ombre per i report sui PMI continentali dei servizi, che hanno evidenziato una generale espansione, soprattutto per quanto riguarda Francia e Germania mentre non si può dire la stessa cosa per per Spagna e Italia. Dopo l’avvio positivo della borsa di Wall Street che vede ancora gli indici a stelle e strisce sopra la linea di parità le piazze continentali hanno tentato, in alcuni casi con successo, la rimonta chiudendo in territorio positivo. A dare un’iniezione di energia le buone notizie che sono arrivate dal mercato del lavoro dove i due dati della giornata riguardanti l’occupazione lasciano ben sperare. Gli occupati ADP non agricoli nel mese di giugno hanno registrato un aumento di 42.000 unità. Il dato è risultato al di sopra delle attese degli analisti che indicavano una crescita di 40.000 unità. A luglio, inoltre, crescono per il terzo mese consecutivo i licenziamenti negli Stati Uniti, che però si confermano inferiori ai livelli del 2009. Soprendono in positivo anche notizie che arrivano sull’ ISM dei servizi del mese di luglio che si è mostrato in salita ben oltre le attese del mercato. Dal fronte valutario la moneta unica perde terreno nei confronti del biglietto verde. Il cross EUR/USD scambia a 1,3156 dollari. La divisa di Eurolandia tira il fiato dopo il rally della vigilia. Il petrolio accelera e si attesta a 82,69 dollari dopo che le scorte settimanali di greggio statunietnse hanno evidenziato un calo dell’oro nero, ma nello steso tempoi un aumento delle benzine e dei distillati. Bruxelles ha chiuso limando dello 0,04% a 2587,82 punti, Zurigo archivia la giornata con un incremento dello 0,67% a 6380,3 punti, Parigi con con un vantaggio dello 0,35% a 3760,72 punti ed Amsterdam con un progresso dello 0,06% a 339,2 punti. Bene anche Francoforte +0,37% a 6331,33 punti, Londra invece scivola dello 0,19% a 5386,16 punti e Madrid perde lo 0,26% a quota 10843,3.