Borse europee al palo anche se sopra minimi

5 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Brutta giornata per i mercati europei, che restano al palo, anche se viaggiano sopra i minimi della mattinata. Il sentiment di mercato si è risollevato lievemente dai minimi dopo che la Commissione europea ha rivisto al rialzo le stime di crescita, ma la questione Grecia ed i timori di un contagio ad altri Paesi della Zona Euro continua a dominare la scena delle piazze finanziarie internazionali. Le previsioni di primavera di Bruxelles confermano che è in corso una ripresa economica. Per questo, la Commissione ha rivisto al rialzo le stime di crescita della UE di un quarto di punto all’1% nel 2010 ed all’1,7% nel 2011. In Germania, la cancelliera tedesca Angela Merkel questa mattina ha riferito al Bungestag sulla questione degli aiuti alla Grecia, sottolineando come questa azione sia stata necessaria, perchè è in gioco la stabilità dell’Europa. In effetti, il Direttore Generale del FMI, Dominique Strauss-Kahn, in una intervista, ha sottolineato che bisogna evitare il rischio contagio al resto dell’Europa. Sul valutario, l’euro resta attorno ai minimi dell’anno a 1,294 USD, depresso dalle preoccupazioni sulla stabilità dell’area della moneta unica. Fra le commodities, il petrolio cade anche al di sotto degli 82 dollari e l’oro si allontana ancora dai record toccati ieri a 1192 USD/Oncia. Si attende ora l’avvio di Wall Street e l’uscita di alcuni importanti dati economici americani, mentre i Futures USA non danno indicazioni molto confortanti. Fra le piazze europee le peggiori sono Bruxelles e Madrid con perdite superiori all’1%. In calo anche Lisbona dello ,7%, Amsterdam dello 0,5% e Zurigo dello 0,4%. Non fa molto meglio Parigi con un decremento dello 0,3%, mentre Francoforte e Londra limano lo 0,17%. A livello settoriale si segnala il rimbalzo dei minerari, dopo la debacle di ieri. Bene anche i petroliferi ed i media. Fra i peggiori restano le costruzioni ed i finanziari. Fra le società che hanno fornito l’aggiornamento sui conti si segnala l’ottima performance di Swisscom e del produttore di birra belga AB Inbev. Bene anche Xstrata che ha annunciato un aumento della produzione nel trimestre. BMW festeggia un ritorno alla profittabilità ed il buon andamento delle vendite nei sui principali mercati, confermando la ripresa generale del settore dell’auto nel 2010. Fra i finanziari si segnalano le ottime performance di Allianz e Societe Generale: la prima sull’anticipazione di utili oltre le attese, la seconda per effetto di profitti superiori al previsto e di un outlook molto positivo. A Londra soffre Prudential dopo il rinvio del maxi-collocamento azionario. Male anche la catena retail Next, che ha riportato vendite un po’ deludenti.