BORSE: EUROPA DEBOLE, DELUDE IL G7 DI ROMA

16 Febbraio 2009, di Redazione Wall Street Italia

FRANCOFORTE (Reuters) – Le borse europee aprono in terreno negativo, come da attese, con flessioni intorno al punto percentuale, deluse dalla mancanza di un’azione coordinata a livello di G7 dopo il vertice del weekend. Pesano anche i dati sull’economia giapponese, con la peggiore contrazione trimestrale del Pil in 35 anni, e i timori sulla tenuta del sistema bancario. Poco dopo le 9,30 il FTSEurofirst 300 cede lo 0,95%. Tra i singoli listini l’indice Ftse 100 britannico è in calo dello 0,62%, il Dax tedesco perde l’1,06% e il Cac francese l’1,07%. Venduti soprattutti i finanziari, appesantiti dai rinnovati timori sulla stabilità del sistema bancario. “Non c’è stata molta rassicurazione dal G7”, commenta Justin Urquhart Stewart, director di Seven Investment Management. Nel comunicato che ha chiuso i lavori del weekend a Roma del G7 si legge che verrà fatto quanto possibile per combattere la recessione economica ed evitare che siano assunti provvedimenti protezionistici. Oggi borse europee orfane di Wall Street, chiusa per una festività nazionale.

Sopravvivere non e’ sufficiente: ci sono sempre grandi opportunita’ di guadagno. Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul
link INSIDER

Tra i titoli in evidenza: * La causa automobilistica DAIMLER perde il 3% circa penalizzata dal declassamento a “sell” da parte di Ubs che teme sorprese negative dai risultati 2008. * Cede oltre l’11% PREMIERE. La pay-tv ha riportato nel 2008 risultati inferiori alle attese nelle aree chiave. * Tonica a Francoforte AAREAL BANK, istituto finanziario attivo nell’immobiliare. Ieri ha annunciato l’intenzione di rivolgersi al governo per una iniezione di capitale da 525 milioni di euro. * Denaro su PHOENIX SOLAR e su SMA SOLAR, titoli in cima all’indice tedesco dei tecnologici dopo che Goldman Sachs ha promosso entrambi i titoli a “buy”. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano