Borse: è il giorno della Fed e di una sfilza di dati macro

14 Giugno 2017, di Daniele Chicca

La Federal Reserve si appresta ad aumentare il costo del denaro di altri 25 punti base per portare i tassi nella forchetta dell’1-1,25%. Ma la stretta monetaria potrebbe essere l’ultima del 2017. La presidente Janet Yellen dovrà a quel punto sottoporsi alle domande dei giornalisti in sala stampa. Durante la conferenza offrirà la sua opinione sullo stato di salute dell’economia e in particolare dell’inflazione e del mercato del lavoro, i due aspetti che maggiormente influenzano le decisioni di politica monetaria. Le Borse saranno attente a quello che la Fed intende fare con il suo bilancio ‘monstre’ da $4.500 miliardi.

Gli analisti di Wall Street si aspettano che Yellen tenterà di mettere a tacere le speculazioni secondo cui la Fed ha assunto un atteggiamento troppo da falco. Il chief economist di Nomura, Lew Alexander, ha detto a Marketwatch che Yellen allo stesso tempo dovrà confrontarsi con lo scetticismo dei mercati sul fatto che ci saranno altri rialzi dei tassi dopo la riunione di giugno. Dal fronte macro verranno pubblicati i dati sulla produzione industriale e la disoccupazione in Eurozona nel primo trimestre, oltre alle cifre sull’inflazione e sulle vendite al dettaglio negli Stati Uniti. Sono elementi che condizioneranno Borse, Bond e valutario. Sul Forex la sterlina si rafforza nel giorno in cui verranno pubblicati i report sull’occupazione nel Regno Unito.

Lasciate qui sotto commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti di borsa sul LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 14 Giugno 201710:02

Piazza Affari apre in lieve rialzo mentre il listino Ftse 100 è poco variato. Sui mercati valutari mentre la sterlina si rafforza, il dollaro Usa è sotto pressione in attesa della decisione della Fed. Il rialzo dei tassi è scontato ma i trader sono impazienti di vedere i toni che verranno usati da Yellen e dal braccio di politica monetaria Usa.

Dopo la delusione per le cifre sul PIl americano del primo trimestre, Kit Juckes di Societe Generale si attende un approccio improntato alla cautela da parte della Fed sul ciclo di rialzi dei tassi a lungo termine. Economia e inflazione sono sottotono.

Daniele Chicca 14 Giugno 201710:28

Piazza Affari apre in lieve rialzo mentre il listino Ftse 100 è poco variato. Sui mercati valutari mentre la sterlina si rafforza, il dollaro Usa è sotto pressione in attesa della decisione della Fed. Il rialzo dei tassi è scontato ma i trader sono impazienti di vedere i toni che verranno usati da Yellen e dal braccio di politica monetaria Usa.

Dopo la delusione per le cifre sul Pil del primo trimestre, Kit Juckes di Societe Generale si attende un approccio improntato alla cautela da parte della Fed sul ciclo di rialzi dei tassi a lungo termine. Economia e inflazione hanno deluso, ma non dovrebbero impedire alla Fed di procedere con il percorso di normalizzazione dei tassi.

Daniele Chicca 14 Giugno 201711:27

A Milano si mette in mostra Banco BPM, con il titolo autore di una prova smagliante (+2,2%) dopo aver finalizzato ieri la cessione di sofferenze per un valore pari a 693 milioni lordi al fondo Algebris. Una volta conclusa l’operazione il totale di npl smaltiti dal 2016 salirà a 2,5 miliardi.

La cessione sarà perfezionata entro il 30 giugno, previa sottoscrizione di un contratto con un veicolo di Algebris, operatore finanziario tra i più attivi del settore.

Daniele Chicca 14 Giugno 201711:30

A metà mattina, le altre Borse europee proseguono in rialzo mentre l’euro arretra nei confronti della sterlina britannica. Il calo della valuta britannica significa che l’economia francese, a parità di tassi di cambio, è ora più grande di quella britannica.

Daniele Chicca 14 Giugno 201711:31

Piazza Affari apre in lieve rialzo mentre il listino Ftse 100 è poco variato. Sui mercati valutari mentre la sterlina si rafforza, il dollaro Usa è sotto pressione in attesa della decisione della Fed. Il rialzo dei tassi è scontato ma i trader sono impazienti di vedere i toni che verranno usati da Yellen e dal braccio di politica monetaria Usa.

Dopo la delusione per le cifre sul Pil del primo trimestre, Kit Juckes di Societe Generale si attende un approccio improntato alla cautela da parte della Fed sul ciclo di rialzi dei tassi a lungo termine. Economia e inflazione hanno deluso, ma non dovrebbero impedire alla Fed di procedere con il percorso di normalizzazione dei tassi. Detto questo, per via degli ultimi dati macro, le chance che danno gli economisti a un terzo rialzo dei tassi nel 2017 sono calate.

Daniele Chicca 14 Giugno 201711:31

Piazza Affari apre in lieve rialzo mentre il listino Ftse 100 è poco variato. Sui mercati valutari mentre la sterlina si rafforza, il dollaro Usa è sotto pressione in attesa della decisione della Fed. Il rialzo dei tassi è scontato ma i trader sono impazienti di vedere i toni che verranno usati da Yellen e dal braccio di politica monetaria Usa.

Dopo la delusione per le cifre sul Pil del primo trimestre, Kit Juckes di Societe Generale si attende un approccio improntato alla cautela da parte della Fed sul ciclo di rialzi dei tassi a lungo termine. Economia e inflazione hanno deluso, ma non dovrebbero impedire alla Fed di procedere con il percorso di normalizzazione dei tassi. Detto questo, per via degli ultimi dati macro, le chance che gli economisti danno a un terzo rialzo dei tassi nel 2017 sono calate.

Daniele Chicca 14 Giugno 201713:50

In Europa i guadagni si estendono nel primo pomeriggio.

Daniele Chicca 14 Giugno 201713:52

Dopo il rimbalzo del settore tecnologico messo a segno ieri a Wall Street, anche oggi i gruppi hi-tech dovrebbero prendere sotto braccio il resto del mercato e portarlo avanti. I titoli NVDIA, Tesla, Amazon e Alphabet sono tutti in rialzo nel preborsa. 

Daniele Chicca 14 Giugno 201715:21

Forte di un +1,1% l’indice Dax ha toccato un nuovo livello record.

Daniele Chicca 14 Giugno 201715:27

In Usa prima dell’avvio degli scambi si profila una seduta positiva. Il dollaro invece scambia in calo appesantito dagli ultimi darti macro. L’inflazione è scesa dello 0.1% in maggio contro l’incremento dello 0,2% su base mensile atteso. Ad aprile il risultato era stato di +0,1%. Per la percentuale ‘core’ – esclusi cibo ed energia – è la terza sorpresa negativa di fila. L’impressione è che i dati avranno implicazioni sulla Fed, che ha una scusa per avere meno fretta di alzare i tassi.

Daniele Chicca 14 Giugno 201715:29

Tra i mercati energetici, il petrolio subisce cali e continua a subire l’impatto dei timori sull’offerta in eccesso. Pesano gli ultimi dati sull’incremento di scorte di greggio in Usa e su un aumento della produzione dei Paesi Opec nonostante l’impegno del cartello a tagliare i livelli di barili prodotti per i prossimi mesi.

Daniele Chicca 14 Giugno 201715:49

Wall Street apre in rialzo con guadagni comunque modesti. Fa meglio l’oro (+1%), favorito dall’indebolimento del dollaro in scia ai deludenti dati sull’inflazione nel mese di maggio e pubblicati prima del suono della campanella.

Daniele Chicca 14 Giugno 201715:49

Gli indici della Borsa americana avanzano senza troppa spinta.

Daniele Chicca 14 Giugno 201716:14

Il Dow Jones si è spinto sui massimi storici in apertura ma ora gli indici sono tornati sui livelli di parità. In avvio il paniere delle blue chip guadagnava 22 punti con il titolo UnitedHealth in vetta. A trainare il listino S&P 500 sono invece le utility. Il Nasdaq continua la fase di recupero iniziata ieri dopo la due giorni più negativa dell’anno.

I beni rifugio come oro e Bond Usa sono molto richiesti.

Daniele Chicca 14 Giugno 201716:43

Il Dow Jones si è spinto sui massimi storici in apertura ma ora gli indici sono tornati sui livelli di parità. In avvio il paniere delle blue chip guadagnava 22 punti con il titolo UnitedHealth in vetta. A trainare il listino S&P 500 sono invece le utility. Il Nasdaq continua la fase di recupero iniziata ieri dopo la due giorni più negativa dell’anno.

Intanto beni rifugio come oro e Bond Usa sono molto richiesti.

Daniele Chicca 14 Giugno 201717:19

Mentre il petrolio accelera al ribasso con il contratto WTI che scende in area 45 dollari al barile, complici gli ultimi dati sull’incremento delle scorte negli Stati Uniti e altrove, le Borse europee prendono la strada dei ribassi quando mancano 15 minuti alla chiusura.

Daniele Chicca 14 Giugno 201718:03

Anche Piazza Affari ha invertito rotta nel pomeriggio e ha chiuso in rosso. Il computo è negativo per lo 0,61% con il listino Ftse MIB che ha chiuso poco sopra i 20.960 punti. Pesano i cali di FCA, Ubi Banca, Buzzi e Tenaris. Positive invece Italgas, Yoox, Moncler e Terna.