Borse, dati PIL UE frenano entusiamo

12 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Gli indici europei, compreso il listino di Piazza Affari, si indeboliscono subito dopo la pubblicazione dei dati sul PIL dell’Eurozona che hanno evidenziato il rallentamento della ripresa economica. Frena così l’entusiasmo iniziale degli investitori innescato dall’impegno preso dai leader UE per il salvataggio della Grecia. Stimato in salita infatti il PIL di Eurolandia nel 4° trimestre del 2009 ma meno del previsto. Il prodotto interno lordo è visto in crescita dello 0,1% dopo aver segnato una ripresa dello 0,4% nel trimestre precedente. Tuttavia il dato risulta inferiore alle attese degli analisti che lo avevano previsto in salita dello 0,3%. Stagnante invece l’economia in Germania con il PIL del 4° trimestre rimasto invariato rispetto allo stesso periodo del 2008, contro un aumento previsto dagli analisti. Meglio è andata la Francia la cui eocnomia è cresciuta dello 0,6% superiore alle attese (+0,5%). Calo inatteso invece per il PIl dell’Italia che sempre nel quarto trimestre ha registrato una contrazione pari a -0,2% su base congiunturale, dopo il +0,6% registrato nel trimestre precedente ed a fronte del +0,1% indicato dal consensus. Tra le piazze del Vecchio Continente, Londra cede lo 0,54%, Francoforte mostra un timido incremento dello 0,14% e Parigi cede lo 0,22%. A Milano l’indice FTSE IT All-Share lima lo 0,15% mentre il FTSE MIB cede lo 0,18%.