Borse asiatiche miste, Tokyo chiude sottotono

12 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Seduta mista per le borse asiatiche, che si sono mosse in ordine sparso, in mancanza di una direzionalità da Wall Street e sulla scia delle ben note incertezze sulla situazione internazionale. La borsa di Tokyo ha chiuso le contrattazioni in lievissimo ribasso, dopo essersi mossa a cavallo della parità, traendo spunto da qualche nota positiva sui conti di alcune blule-chips, specie Hitachi e Toyota che hanno annunciato ieri conti positivi. Per contro, i settori legati alle materie prime hanno pesato sul mercato, a causa del trend al ribasso dei prezzi delle commodities. L’indice Nikkei ha limato così lo 0,42% a 10367,89 punti, mentre il Topix ha ceduto lo 0,14% a 930,79 punti. Tra le altre borse asiatiche Seul ha terminato in calo dello 0,51% a 1661,68 punti, mentre Taiwan ha mostrato una modesta variazione negativa dello 0,08% a 7602,70 punti. Miste le altre piazze asiatiche che chiuderanno più tardi le contrattazioni, con Hong Kong che cede lo 0,53%, Singapore lo 0,23% e Shangai l’1,3%, a causa dei timori di una nuova stretta monetaria da parte della banca centrale, dopo i dati di ieri sull’inflazione. In attivo viaggiano Kuala Lampur +0,01%, Jakarta +0,36% e Sidney +0,6%, quest’ultima sostenuta dal nuovo budget del Governo australiano.