BORSE ASIATICHE MISTE, PIATTA TOKIO

24 Novembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Tono misto tra le borse asiatiche dopo una seduta orfana di Wall Street, chiusa per festività ieri.

Il denaro piovuto sui bancari, tra le speranze di nuove fusioni, ha galvanizzato Taiwan (+5,31 a 5.218,18 punti) che registra un balzo anche grazie al comparto dei semiconduttori.

Ancora i bancari, insieme a Samsung, mettono le ali alla borsa di Seul (+3,21 a 530,84).

Lettera su Hong Kong (-1,38 a 14.362,57), indebolita dal calo dei due maggiori operatori di telefonia cellulare cinesi, China Mobile e China Unicom.

Hanno tenuto i tecnologici ma sono scivolati i bancari a Tokio (+0,1 a 14.315,35 punti), con un risultato a somma zero sul Nikkei.