Borse Asia su grazie a dati Usa, Germania e asta spagnola

21 Dicembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Bangkok – I listini asiatici registrano il rialzo più forte da circa tre settimane, grazie ai buoni dati giunti dagli Stati Uniti e dalla Germania, oltre ai risultati confortanti dell’ultima asta spagnola. Euro a $1,3108.

Entusiasmo trascinato anche dalla prima asta con cui la Bce finanzierà le banche a 3 anni. Maggiori fondi a disposizione potrebbero portare a un rinnovato appetito per il rischio dunque, tra gli altri, agli acquisti di titoli di debito di Spagna e Italia.

Secondo quanto riportato da Reuters tutte le principali banche italiane, oltre 10, avrebbero fatto richiesta al Tesoro e a Bankitalia per ottenere l’autorizzazione ad emettere i bond garantiti dallo Stato, previsti dal decreto Monti, e portarli come collaterale al p/t della Bce.

L’agenzia di rating Fitch ha posto sotto osservazione con implicazioni negative il rating di sette banche italiane e quattro francesi, dopo aver minacciato venerdì scorso il taglio del rating per l’Italia e per altri cinque Paesi europei.

Il Premier cinese Wen Jiabao conferma che il governo attuerà una serie di misure per sostenere le esportazioni e che verranno forniti capitali a supporto delle piccole e medie imprese.

Tra i principali indici, il migliore in giornata è il Taiex di Taiwan, guadagna oltre il 4% dopo l’annuncio che il National Stabilization Fund acquisterà titoli per supportare il mercato interno. Il governo prende delle contromisure visto che l’indice ha ceduto circa il 23% da inizio 2011.

Asia: indice Dow Jones Asian Titans in rialzo (+2,20%). Nikkei (+1,48% in chiusura), Seul (+2,93%), Sydney (+2,13%), Hong Kong (+1,53%), Shanghai (+0,27%), Singapore (+1,73%).

Commodities: Wti ($97,84, +0,62%), Brent ($107,00, +0,25%), oro ($1.627,70, +0,62%), argento ($29,645, +0,37%), rame ($3,376, +0,19%).

Valutario: Euro contro il dollaro a $1,3108 (+0,22%), contro lo yen giapponese a ¥101,98 (+0,14%), contro il franco svizzero a CHF 1,2185 (0%), contro la sterlina a GBP 0,8366 (+0,17%). Dollaro/yen a ¥77,81 (-0,04%).

Futures sull’indice S&P500 in rialzo di 1 punto (+0,08%) a 1.237,00. Rendimenti dei Treasury a 10 anni in rialzo di 1 punto base all’1,930%.

“Gli Stati Uniti stanno dimostrando di resistere e di non essersi fatti trascinare al ribasso dalla crisi in Europa, ma rimangono ancora degli impedimenti strutturali”, ha detto a Bloomberg Tim Schroeders, gestore di Pengana Capital Ltd. a Melbourne. “Ci saranno buoni rialzi in giornata. La vera domanda è, visto che ci avviciniamo al periodo delle festività, se si tratta di rialzi sostenibili nei prossimi giorni”.