Borse Asia. Rialzi timidi in attesa di sviluppi in Europa

5 Dicembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Bangkok – Listini asiatici in leggero rialzo. Cresce l’attesa sul meeting in settimana tra i leader dell’eurozona, con il mercato che vede sempre più probabile l’approvazione di misure efficaci per contrastare la crisi. Aiutano intanto i passi in avanti fatti dall’Italia per l’approvazione delle misure di austerità. Euro a $1,3404.

Ma gli investitori sembrano comunque rimanere cauti, senza spingere eccessivamente in rialzo l’azionario in attesa dei risultati dell’incontro, considerate tutte le volte che le aspettative sono state deluse negli ultimi mesi.

Atteso giovedì l’ultimo meeting dell’anno della Banca centrale europea. Le aspettative sono per un taglio dei tassi di interesse.

La cancelliera tedesca Angela Merkel dovrebbe incontrare il Presidente francese Nicolas Sarkozy, per studiare un piano di applicazione di regole di bilancio più severe, piano da presentare ai leader europei nel summit del 9 dicembre.

La proposta di utilizzare fondi della Banca centrale europea attraverso il Fondo monetario internazionale potrebbe aggiungere circa €200 per contrastare la crisi.

Tra i principali indice asiatici, il peggiore è il Shanghai Composite della Cina, in calo del 16% da inizio 2011. L’indice purchasing managers’ index sull’attività non-manifatturiera, a novembre è calato a 49,7, rispetto a 57,7 a ottobre. Un valore sotto i 50 indica contrazione.

Asia: indice Dow Jones Asian Titans in rialzo dello 0,53%. Nikkei (+0,60% in chiusura), Seul (+0,21%), Sydney (+0,78%), Hong Kong (+0,22%), Shanghai (-0,84%), Singapore (-0,45%).

Commodities: Wti ($101,38, +0,42%), Brent ($110,43, +0,45%), oro ($1.748,60, -0,15%), argento ($32,765, +0,24%), rame ($3,5755, -0,25%).

Valutario: Euro contro il dollaro a $1,3404 (-0,22%), contro lo yen giapponese a ¥104,47 (-0,33%), contro il franco svizzero a CHF 1,2361 (-0,01%), contro la sterlina a GBP 0,8596 (+0,03%). Dollaro/yen a ¥77,93 (-0,12%).

Futures sull’indice S&P500 in rialzo di 9,5 punti (+0,76%) a 1.253,00. Rendimenti dei Treasury a 10 anni su di 3 punti base al 2,061%.

“Tutto sembra indicare che un qualcosa di importante verrà annunciato in settimana”, ha detto a Bloomberg Khoon Goh, strategista capo per ANZ National Bank Ltd. a Wellington. “Nella prima parte di questa settimana assisteremo ad un miglioramento dell’appetito per il rischio”.